Credito d'Imposta Ricerca e Sviluppo

La Legge di stabilità del 2015  (legge 190/2014) ha istituito un credito d’imposta a favore di tutte le imprese localizzate sul territorio nazionale - di qualunque dimensione e settore merceologico - che investono in attività di ricerca e sviluppo. 

La misura automatica, inizialmente prevista per 5 anni, è stata prorogata di un ulteriore anno dalla legge di bilancio 2017 (232/2016), che ha potenziato il beneficio prevedendo, a partire dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31/12/2016:

aliquota unica pari al 50% per tutte le tipologie di spese ammissibili

ammissibilità delle spese relative a tutto il personale impiegato in attività R&D

incremento a 20 milioni di € (dagli originari 5 milioni) dell’importo massimo annuale del credito spettante a ciascun beneficiario

ammissibilità della ricerca commissionata dall’estero

Ayming, supporta i propri clienti nella corretta e completa individuazione di tutte le attività e spese ammissibili, fornendo assistenza specialistica in tutte le fasi che portano all’ottenimento del beneficio. 

Ricerca e sviluppo non è solo la creazione e la sperimentazione di nuove formule ma, per definizione di legge, anche il miglioramento dei prodotti esistenti e il miglioramento di qualunque tipo di processo, non solo di quelli di produzione.

Analisi campione

I risultati raggiunti...

  

.... E i Risultati attesi