Recupero IVA estera e locale

Le imprese registrate ai fini IVA, sulla base degli accordi di reciprocità esistenti, possono procedere con la richiesta di rimborso dell’IVA assolta in altri stati membri.

Il 1° gennaio 2010, con l’introduzione di cambiamenti normativi a livello europeo (Vat Package 2010) e con il passaggio dalla presentazione cartacea alla procedura telematica, è stato avviato il processo di semplificazione delle procedure di richieste di rimborso dell’IVA estera per società non residenti.

I servizi verso i quali è possibile procedere con una richiesta di rimborso sono:

  • Vitto e alloggio
  • Trasporto passeggeri
  • Servizi relativi a immobili
  • Servizi relativi ad attività culturali, artistiche e simili
  • Servizi di catering
  • Locazione e noleggio di mezzi di trasporto a breve termine

Tuttavia, le barriere linguistiche, giuridiche e amministrative molto spesso scoraggiano le aziende nel chiedere il rimborso del credito IVA maturato.

Ayming vanta in questo ambito un'esperienza ventennale e un'approfondita conoscenza delle normative locali vigenti e della loro corretta applicazione. Tutto ciò ha consentito la costruzione di un rapporto consolidato con le amministrazioni estere competenti.

L’approccio fortemente operativo e orientato alla condivisione dei risultati con il cliente ha permesso ad Ayming di sviluppare un team di consulenti specializzati in ambito IVA internazionale, in grado di recuperare mediamente il 90% degli importi IVA richiesti a rimborso, con evidenti benefici di cassa e riduzione dei costi per le aziende.