Accrescere il benessere organizzativo

Oltre 40 milioni di persone sono colpite da stress da lavoro, e il costo aziendale correlato raggiunge, secondo l’ultimo report della European Agency for Safety and Health at Work (EU-OSHA), circa 617 miliardi di euro all'anno.

Tale cifra pesa sui datori di lavoro in termini di costi dovuti all’assenteismo e al presentismo, alla perdita di produttività, all’assistenza sanitaria e per le prestazioni previdenziali sotto forma di sussidi di inabilità al lavoro.

Le cause scatenanti, seppur molteplici, hanno una radice comune: qualcosa nell'organizzazione e nella gestione del lavoro non ha funzionato e quindi è necessario intervenire.

Il primo capitale di un'azienda sono le persone che ne fanno parte: un ambiente stimolante e la valorizzazione dei talenti di ciascun collaboratore sono i primi fattori che influenzano i risultati di un'impresa.

Lo stress da lavoro correlato può generare infatti una serie di disfunzioni organizzative, quali:

  • Alto tasso di assenteismo
  • Conflitti interpersonali
  • Scarsa produttività
  • Aumento degli incidenti/infortuni sul lavoro
  • Mancanza di innovazione
  • Presentismo (i dipendenti lavorano seppur ammalati, con conseguente diminuzione dell'efficacia)

Aree di intervento

Per migliorare il benessere della popolazione aziendale è necessario agire su più livelli: individuare le fonti di stress nel contesto e nel contenuto lavorativo vero e proprio.

Le aziende devono, inoltre, abbracciare una politica di cambiamento nella gestione delle risorse umane e nel rapporto collaboratore – impresa.

In tal senso occorre intervenire sulle 7 dimensioni del benessere identificate da Ayming, sulle quali la Direzione HR, il management e la Direzione aziendale, supportati anche da strumenti tecnologici , dovranno lavorare in sinergia per raggiungere obiettivi comuni: benessere e performance ottimali

Ayming, attraverso il suo modello del Diamante, ha identificato i 7 indicatori da considerare per generare Wellbeing at Work:

  • Diversity & Etica: l’etica manageriale, l’integrità dei comportamenti, l’inclusione e la valorizzazione delle differenze
  • Relazioni: sia tra i colleghi sia con il management, include la comunicazione a due vie, la piacevolezza dei rapporti e l’integrazione
  • Condizioni di lavoro: qualità dell’ambiente fisico di lavoro, la salute, la sicurezza e l’ergonomia;
  • Contenuto del lavoro: chiarezza organizzativa, conoscenza del lavoro, autonomia, qualità del lavoro dei collaboratori e la soddisfazione che ne deriva
  • Flessibilità: work-life balance, gestione del cambiamento e adattabilità, innovazione
  • Employability: sviluppo delle competenze e carriera dei collaboratori, supporto manageriale alla crescita
  • Condivisione: l’engagement, il senso di appartenenza e di orgoglio, il valore sociale la total compensation

Perché Ayming

L'esperienza di Ayming in Business Performance Management consente di offrire una consulenza mirata in 16 paesi, sia a livello operativo sia strategico, portando benefici concreti e durevoli ai propri clienti.

Un team di esperti e le diverse competenze maturate a livello internazionali permetteranno alle aziende di migliorare le performance complessive dell’organizzazione, prevenire lo stress da lavoro correlato, riducendo i costi e ottenendo vantaggi significativi rispetto alla qualità dell’ambiente di lavoro e ai risultati di business.