02 March 2017

Piano nazionale Industria 4.0: strategia fiscale a sostegno della crescita e dell’innovazione

Quali sono gli strumenti a sostegno dell'innovazione?

La via dell’Italia verso la quarta rivoluzione industriale passa anche per il fisco. Come altri paesi europei, Francia e Germania in primis, anche l’Italia ha messo in campo misure organiche, complementari e tailor made per favorire la transizione a Industria 4.0, processo di trasformazione tecnologica e digitale della produzione industriale. Il piano Industria 4.0 offre a tutte le imprese l’opportunità di compiere un passaggio fondamentale e necessario per assicurarsi la competitività in un mercato globalizzato e caratterizzato da un impiego sempre più pervasivo di Cyber Physical System.

Sostenere gli investimenti in beni materiali e immateriali, supportare la digitalizzazione dei processi, incentivare la spesa in Ricerca e Sviluppo (non solo di prodotto/servizio ma anche e soprattutto di processo), accelerare l’innovazione e aumentare la produttività sono i principali obiettivi delle agevolazioni fiscali disegnate dal Governo e fruibili in maniera automatica – senza alcun ricorso a bandi o sportelli – da ogni impresa, senza alcun vincolo dimensionale, settoriale o territoriale.

Iper e Super ammortamento, Credito di Imposta Ricerca e Sviluppo, Patent Box rappresentano i principali Policy Instruments per sostenere un’efficace ed efficiente strategia di implementazione di un modello di business Industria 4.0, che, investendo l’intera supply chain, richiede il coinvolgimento di tutte le aree e funzioni aziendali. La corretta identificazione delle opportunità agevolative e finanziarie presenti nel panorama nazionale e internazionale consente infatti di ottenere risparmi significativi e sprigionare risorse da investire in nuovi progetti che possano contribuire ad accrescere il valore dell’impresa.

L’applicazione sinergica di agevolazioni tra loro cumulabili permette di ampliare ulteriormente il beneficio. I tratti distintivi delle misure ad oggi in vigore in Italia - cumulabilità, orizzonte temporale di medio-lungo periodo, modalità di fruizione automatica – consentono di pianificare in maniera strategica gli investimenti.

Ipotizzando l’acquisto di un bene strumentale con software embedded, è possibile beneficiare di una supervalutazione del 250%, pari ad un risparmio del 36% (iperammortamento); l’acquisto del bene comporterà un’innovazione di processo e quindi il sostenimento di spese di ricerca e sviluppo (sviluppo sperimentale) agevolabili al 50% (Credito di Imposta R&S). L’investimento potrebbe inoltre essere stato sostenuto per lo sviluppo di un nuovo prodotto, il cui contributo economico ai ricavi, se successivamente brevettato, può fruire di un regime di tassazione agevolata (Patent Box).

Questo è solo un esempio delle potenzialità delle misure ad oggi a disposizione delle imprese che sapranno cogliere la sfida di un nuovo paradigma industriale.