Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Five European Women, shaping European business performance – Il secondo libro dell’Ayming Institute

Home > Insight > News e press > Five European Women, shaping European business performance – Il secondo libro dell’Ayming Institute
News e press
Giugno 12, 2019

Il secondo libro dell’Ayming Institute è “Five European Women, shaping European business performance:

Cinque donne leader a livello Europeo discutono della propria visione del ruolo che le donne ricoprono all’interno delle grandi aziende, con testimonianze sincere e concrete.

Anne RIGAIL, Direttore Generale di Air France

Emma MARCEGAGLIA, Presidente di ENI

Julie CHAPON, Co-fondatrice di Yuka

Laurie PILO, Direttore Generale BeNeLux del Gruppo Ayming

Cristina GARMENDIA, Presidente della “Fundacion Espana Constitucional

Questo libro pubblicato dalle edizioni Débat Publics affronta tutte le domande sulla femminilizzazione dei ruoli manageriali:

  • Le donne agiscono davvero in modo diverso?
  • Come contribuiscono alle performance del business?
  • Possiedono le stesse priorità e metodologie degli uomini?
  • Portano una nuova forma di management?
  • Le donne sono dei leader come tutti gli altri?

Le 5 manager raccontano la propria storia, condividono la propria visione delle aziende e le difficoltà che hanno dovuto affrontare per “imporsi”. Quest’opera collettiva, che propone diverse esperienze a livello europeo nell’industria e nei servizi, nel contesto della new economy e in settori più tradizionali, offre una riflessione concreta e di ispirazione sul ruolo delle donne nei consigli di amministrazione.

Anne Rigail

Non diamo il posto alle donne, se lo prendono. Ho avuto sempre la sensazione che il primo nemico che una donna deve affrontare per riuscire è lo stereotipo mentale e il ruolo che la società le ha assegnato.

Anne Rigail ha studiato presso la prestigiosa scuola francese di ingegneria École des Mines, prima di entrare in Air Inter. Quando Air Inter e Air France si sono fuse, è rimasta con il Gruppo, diventando Head of Client Services all’Aeroporto di Paris-Orly e poi Director of Passenger and Baggage Connections all’Aeroporto Charles de Gaulle. Nel 2009, è stata nominata Vice-President of Ground Operations al Paris-Charles de Gaulle, a nel 2013 è approdata nel Comitato Esecutivo di Air France come Executive Vice-President responsabile dell’equipaggio di cabina.

Anne Rigail è la prima donna CEO di Air France.

Emma Marcegaglia

Nel corso della mia carriera, ho cercato di imparare da altre donne e una delle caratteristiche che ho trovato è questa etica del lavoro; manovreremo i nostri concorrenti se vogliamo batterli.

Emma Marcegaglia è Presidente della compagnia petrolifera italiana ENI dal 2014. È anche Presidente e Amministratore Delegato della Marcegaglia Holding S.p.A. e Vicepresidente e Amministratore Delegato delle filiali del Gruppo. Ha ricoperto questi ruoli nel Gruppo siderurgico della sua famiglia fin dal 1996. In qualità di Presidente di Confindustria, ha preso parte a una significativa riforma del diritto del lavoro durante il Governo Monti.

È stata la prima donna Presidente di Confindustria (2008-2012) e Presidente della Confederazione delle Associazioni Imprenditoriali Europee (BusinessEurope) dal 2013 al 2018. Considerando la storica attività siderurgica della famiglia e la sua preminenza come imprenditrice in Italia, non sorprende se a volte viene chiamata “Steel Lady”.

Julie Chapon

Le donne non hanno necessariamente la stessa educazione degli uomini, e questo porta a una forma di autocensura tra donne quando si tratta di stipendi e ruoli. Le donne sono state marginalizzate e persino rese invisibili, ma ora stiamo combattendo duramente.

Julie Chapon è uno dei tre co-fondatori dell’applicazione Yuka. Ha maturato la propria esperienza lavorando per marchi globali durante i suoi studi presso l’EDHEC, una prestigiosa scuola di economia francese. La nutrizione e la salute sono sempre stati i suoi principali interessi. Gestisce anche un blog molto popolare che affronta queste tematiche. Il blog è nato dall’idea di utilizzare la tecnologia per incoraggiare dei cambiamenti nelle abitudini alimentari dei lettori. L’applicazione Yuka ha circa 10 milioni di utenti e oltre 2 milioni di prodotti vengono valutati quotidianamente.

Laurie Pilo

Le donne non dovrebbero comportarsi come gli uomini per avere successo come gli uomini. Non è il fatto di essere una donna o un uomo che rende una persona un buon o cattivo manager, è il fatto che ci sono diversi punti di vista attorno al tavolo.

Laurie Pilo è Amministratore Delegato di Ayming BeNeLux. Ha trascorso quasi tutta la sua carriera in Ayming, entrando a far parte della società al termine del suo dottorato in Diritto della salute e della sicurezza sociale. Nel 2013, si è trasferita a Bruxelles per assumere il timone dell’azienda come Direttore Generale. Da allora lavora presso l’ufficio di Bruxelles, dove dirige una squadra in rapida crescita.

Christina Garmendia

È diversa la visione? No, è diversa l’istruzione. Quando le donne e gli uomini crescono allo stesso modo, non ci sono differenze. La performance è soprattutto una questione socio-culturale.

Cristina Garmendia è un’imprenditrice e politico spagnolo. Dopo aver completato il dottorato in biologia molecolare, è entrata a far parte di un Gruppo di pesca industriale, occupando vari ruoli commerciali. Quando lasciò il Gruppo, era arrivata alla posizione di Executive VP e CFO. Nel 2000, ha lanciato Genetrix, un’azienda specializzata in biotecnologie. Attualmente è ancora Presidente di Genetrix, che ora è la capogruppo di una dozzina di aziende.

Il libro è disponibile su Amazon.

Mostra commenti