Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Bando “Nuove Imprese a tasso zero”

Chi siamo > Eventi e News > Bandi Regionali e Nazionali > Bando “Nuove Imprese a tasso zero”
Bandi Regionali e Nazionali
7 Ottobre, 2020

A chi è rivolto il bando “Nuove Imprese a tasso zero”?

Il Bando “Nuove Imprese a tasso zero” di Invitalia ha lo scopo di incentivare le attività imprenditoriali, in particolare micro o piccole imprese, promosse da giovani under 36 anni o donne.

Beneficiari

Imprese:

  • Costituite in forma societaria, ivi incluse le cooperative, da non più di 12 mesi, rispetto alla data di presentazione della domanda;
  • la cui compagine societaria è composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età;

Le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

bando nuove imprese a tasso zero

Agevolazione

Il Bando “Nuove Imprese a tasso zero” prevede un finanziamento a tasso 0 a copertura del 75% delle spese totali ammissibili fino a 1,5 milioni di euro. È richiesto il co-finanziamento da parte dell’impresa beneficiaria con risorse proprie o finanziamenti bancari a copertura del 25% residuo.

La dotazione finanziaria è pari a di 150 milioni di euro.

Quali sono i progetti ammissibili al bando “Nuove Imprese a tasso zero”?

L’agevolazione sovvenzione progetti, avviati successivamente alla data di presentazione della domanda, fino ad 1.5 milioni di euro diretti alla:

  • Produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • Fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • Commercio di beni e servizi;
  • Turismo.

Possono essere ammessi anche progetti riconducibili a settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile relativi alla:

  • Filiera turistico-culturale, intese come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;
  • Innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.

Il Bando “Nuove Imprese a tasso zero” agevola le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi necessari alle finalità del programma, sostenute dall’impresa successivamente alla data di presentazione della domanda ovvero dalla data di costituzione della società nel caso in cui la domanda sia presentata da persone fisiche, aventi ad oggetto:

  • suolo aziendale (nel limite del 10% rispetto all’investimento complessivo agevolabile);
  • fabbricati, opere edili o murarie, comprese le ristrutturazioni (nei limiti compresi tra il 40 ed il 70% dell’investimento complessivo agevolabile);
  • macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa (nel limite del 20%);
  • brevetti, licenze e marchi (nel limite del 20%);
  • formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionali alla realizzazione del programma;
  • consulenze specialistiche (nel limite del 5%).

Come funziona la procedura?

Nuove imprese a tasso zero è una misura a sportello: le domande sono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo, senza graduatorie di sorta, fino all’esaurimento della dotazione prevista.

La domanda va presentata attraverso la piattaforma informatica di Invitalia, utilizzando i modelli predisposti. Nella fase di compilazione della domanda è possibile richiedere l’assistenza ed il supporto metodologico del team Invitalia tramite incontri via Skype.

Ciascuna domanda di agevolazione deve essere correlata a un solo programma di investimento, che non può essere suddiviso in più domande di agevolazione.

L’erogazione avviene su richiesta dell’impresa beneficiaria mediante presentazione di stati avanzamento lavori a fronte di titoli di spesa quietanzati, salvo esenzioni.

Per saperne di più sul Bando  “Nuove Imprese a tasso zerocontatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *