Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Lombardia – Tech Fast

Chi siamo > Eventi e News > Bandi Regionali e Nazionali > Lombardia – Tech Fast
Bandi Regionali e Nazionali
28 Ottobre, 2021

Quali sono le finalità?

Il bando Tech Fast – a cura di Regione Lombardia – sostiene progetti di sviluppo tecnologico giunti ad un discreto grado di maturità tecnico scientifica ed in grado di implementare meccanismi virtuosi di accelerazione dell’innovazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle PMI lombarde.

A chi è rivolto il bando Tech Fast?

Il bando è rivolto alle PMI con sede operativa in Lombardia, già costituite, iscritte al Registro delle Imprese e dichiarate attive alla data di presentazione della domanda.

tech fast

Quali agevolazioni offre il bando Tech Fast?

Le agevolazioni sono erogate sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese progetto fino ad un massimo di 250.000 euro per soggetto beneficiario. Il contributo è erogato in due tranche: anticipo con previa prestazione di idonea garanzia e salso a seguito di rendicontazione delle spese sostenute.

I progetti devono ammettere spese ammissibili non inferiori ad 80.000 euro.

La dotazione finanziaria dotazione originaria di 19 milioni di euro è stata rifinanziata con ulteriori 13,454 milioni di euro.

Quali sono i progetti ammissibili del bando Tech Fast?

Sono ammissibili all’agevolazione i progetti che comportino attività di sviluppo sperimentale e innovazione di processo – nell’ambito dei quali possono essere ricomprese anche attività di trasformazione digitali riconducibili alle tecnologie abilitanti previste nel Piano Nazionale Impresa 4.0. – ovvero progetti che contemplino solo attività di sviluppo sperimentale.

Ciascun progetto deve, inoltre, fare riferimento ad una delle Macro-Tematiche delle Aree di specializzazione individuate dalla “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione (S3)”.

Sono eleggibili le seguenti spese, purché ritenute pertinenti al progetto presentato e direttamente imputabili alle attività previste nel progetto medesimo:

  • spese di personale in funzione alle rispettive ore lavorate, valorizzate in base al costo unitario standard orario per le imprese beneficiarie;
  • costi relativi a strumentazioni ed attrezzature nuove o usate, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto e in base ai costi di ammortamento;
  • costi della ricerca contrattuale, ivi incluse conoscenze e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne, nonché servizi di consulenza e di servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto nell’ambito di un’operazione effettuata alle normali condizioni di mercato;
  • altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto;
  • spese generali supplementari, calcolate con tasso forfettario pari al 15% delle spese di personale, in conformità all’articolo 68, comma 1, lett. b), del Regolamento (UE) n. 1303/2013.

Come funziona la procedura di accesso?

Ai fini dell’accesso è prevista una procedura valutativa a sportello: le domande sono valutate in ordine cronologico di presentazione con una verifica dei requisiti formali e soggettivi di ammissibilità a seguito della quale viene effettuata l’effettiva valutazione di merito.

È possibile inoltrare domanda a pena di inammissibilità, sulla piattaforma regionale Bandi Online a partire dalle ore 14.00 del 10 novembre e fino esaurimento della dotazione finanziaria e/o comunque entro il 31 dicembre 2021.

Per saperne di più sul Bando “Tech Fast” di Regione Lombardia contatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *