Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Fondo rotativo per il sostegno alle imprese ed agli investimenti di sviluppo nel turismo

Chi siamo > News > Bandi PNRR > Fondo rotativo per il sostegno alle imprese ed agli investimenti di sviluppo nel turismo
Bandi PNRR
Luglio 4, 2022

Quali sono le finalità?

La misura ha la finalità di migliorare la qualità dell’offerta ricettiva, in attuazione della linea progettuale “Fondo rotativo imprese (FRI) per il sostegno alle imprese e gli investimenti di sviluppo” Misura M1C3, intervento 4.2.5 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

A chi è rivolto?

Possono accedere alle agevolazioni le imprese alberghiere e del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale. Sono ricompresi anche i soggetti che svolgono attività agrituristica, gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici ed i parchi tematici.

Quali agevolazioni offre?

Il Fondo offre contributi a fondo perduto, a fronte di interventi aventi importi compresi tra 500.000 euro e 10 milioni di euro, così ripartiti a seconda delle aree geografiche di riferimento:

  • Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna; 30% microimprese, 23% piccole imprese, 18% medie imprese, 10% imprese di grande dimensione;
  • Aree ex art. 107 paragrafo 3 lettera c) TFUE (al momento non attivate dall’esecutivo); 25% microimprese, 20% piccole imprese, 15% medie imprese, 5% grandi imprese;
  • Restanti aree del territorio nazionale; 15% micro e piccola dimensione, 5% media dimensione mentre sono escluse le grandi imprese.

A copertura della quota di investimenti non assistita dal contributo a fondo perduto, il Fondo concede finanziamenti agevolati fino a 15 anni e con un periodo di preammortamento massimo di 36 mesi. Il finanziamento agevolato è sempre associato ad un finanziamento bancario a tasso di mercato, di pari importo e durata erogato dalla banca finanziatrice.

Quali sono i progetti ammissibili?

Sono ammissibili alle agevolazioni gli interventi di riqualificazione energetica, sostenibilità ambientale e innovazione digitali, avviati successivamente alla presentazione della domanda di incentivo, aventi spese ammissibili comprese tra 500.000 e 10 milioni di euro e da realizzarsi entro il 31 dicembre 2025.

Di seguito sono elencati gli interventi ammissibili al credito d’imposta:

  • riqualificazione energetica delle strutture, ivi compresa la sostituzione integrale o parziale dei sistemi di condizionamento in efficienza energetica dell’aria;
  • riqualificazione antisismica di cui all’art. 16-bis comma 1 lettera i) del DPR n. 917/1986;
  • rimozione delle barriere architettoniche, in conformità alla L. n. 13/1989 e DPR n. 503/1996;
  • di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, installazione di manufatti leggeri – anche prefabbricati – quali roulotte, camper, case mobili, di cui all’art. 3 comma 1 lettere b), c), d), e.5) del DPR n. 380/2001 purché funzionali alla realizzazione degli interventi di cui sopra;
  • realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento di attività termali (limitatamente alle strutture termali ex L. n. 323/2000);
  • acquisto di mobili e componenti d’arredo, ivi inclusa illuminoteca, a condizione che sia strumentale ad almeno uno degli interventi sopra descritti e che il beneficiario non ceda/destini i beni a soggetti terzi;
  • interventi riguardanti i centri termali, porti turistici, parchi tematici, parchi acquatici e faunistici;
  • spese per la digitalizzazione previste ai sensi dell’art. 9 comma 2 del DL n. 83/2014 e seguenti.

Come funziona la procedura di accesso?

Gli incentivi sono concessi mediante procedura valutativa a sportello, entro i limiti di spesa di 40 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 e 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025. Ancora ignote le date di apertura e chiusura della procedura.

Per saperne di più sul “Fondo rotativo per il sostegno alle imprese ed agli investimenti di sviluppo nel turismo” contatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.