Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Bando “Start Up Milano 2020”

Chi siamo > Eventi e News > Bandi Regionali e Nazionali > Bando “Start Up Milano 2020”
Bandi Regionali e Nazionali
27 Ottobre, 2020

A chi è rivolto il bando “Start Up Milano 2020”?

Il Bando “Start Up Milano 2020” del Comune di Milano ha la finalità di migliorare le possibilità di crescita delle start up milanesi e avviare, o consolidare, modelli di business capaci di contribuire alla ripresa a Milano e in altri contesti urbani.

Beneficiari

Al Bando “Start Up Milano 2020” accedono:

  • Startup innovative e Start up innovative a vocazione sociale, già costituite e registrate nella sezione speciale del Registro Imprese della CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi ed aventi sede operativa a Milano;
  • Aspiranti imprenditori che, in caso di esito positivo della selezione, si impegnano a costituire e registrare una nuova startup innovativa o innovativa a vocazione sociale nella sezione speciale del Registro Imprese della CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi

start up milano 2020

Agevolazione

Il Bando “Start Up Milano 2020” offre agevolazioni sotto forma di contributi in conto capitale con un’intensità massima di aiuto pari all’80% del costo di progetto. Il valore massimo finanziabile del progetto è fissato a 50.000 euro, con un massimo pari a 40.000 euro di contributi in conto capitale.

Il valore massimo finanziabile viene aumentato a 62.500 euro esclusivamente nel caso in cui le startup costituitesi in seguito all’esito positivo della selezione ritengano di avvalersi di servizi di Ricerca e Sviluppo della quota fissa di 10.000 euro da acquisire esclusivamente presso uno degli incubatori certificati dal Ministero per lo Sviluppo Economico con sede a Milano.

La dotazione stanziata per il bando è pari ad 1 milione di euro.

Quali sono i progetti ammissibili del bando “Start Up Milano 2020”?

I progetti potranno riguardare ogni ambito della vita sociale, economica e culturale della città, direttamente o indirettamente connessi alla realizzazione della strategia di adattamento “Milano2020”.

Le spese dovranno essere strettamente necessarie alla realizzazione dei progetti approvati e funzionali al conseguimento dei risultati previsti secondo la seguente ripartizione:

  • la quota di co-finanziamento dell’impresa beneficiaria potrà essere impiegata per ogni tipo di spesa, purché pertinenti, documentate e imputabili al progetto;
  • il contributo comunale copre solo le spese di investimento, quali ad esempio opere edili o acquisto di macchinari realizzati o localizzati presso la sede operativa dell’impresa beneficiaria e strettamente correlati alla realizzazione del progetto.

Come funziona la procedura?

I soggetti interessati inoltrano domanda entro e non oltre le ore 10:00 del 1° dicembre 2020 utilizzando la modulistica presente sul Sito del Comune di Milano, nella sezione apposita Bandi e contributi.

La candidatura va presentata esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo predisposto dal Comune di Milano specificando nell’oggetto “Avviso Startup Innovative”.

Il contributo è concesso attraverso una procedura di valutazione che prevede un’istruttoria di ammissibilità formale da parte degli uffici e un’istruttoria tecnica da parte di una Commissione appositamente nominata, secondo i criteri indicati nel Bando.

Al termine delle valutazioni, il Comune di Milano, con Determina Dirigenziale, formalizzerà gli esiti dell’istruttoria e procederà all’approvazione di una graduatoria dei beneficiari. L’esito della valutazione finale verrà comunicato dal Comune a ciascun beneficiario tramite PEC.

Per saperne di più sul Bando  “Start Up Milano 2020contatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *