Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale

Chi siamo > Eventi e News > Bandi Regionali e Nazionali > Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale
Bandi Regionali e Nazionali
6 Ottobre, 2021
2/5 - (1 vote)
2/5 - (1 vote)

Quali sono le finalità?

La misura “Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale ” – gestita da SACE SIMEST a valere sul Fondo n. 394/1981 – ha lo scopo incentivare la realizzazione di investimenti volti a favorire la transizione digitale ed ecologica delle PMI e promuoverne la competitività sui mercati esteri.

A chi è rivolta?

È rivolta a tutte le PMI italiane, costituite in forma di società di capitali (anche in forma di “Rete Soggetto”), a condizione di aver depositato presso il Registro delle Imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi e di aver realizzato almeno uno dei seguenti presupposti alternativi tra loro:

  • media di fatturato estero pari al 20% negli ultimi due esercizi;
  • 10% di fatturato estero nell’ultimo bilancio depositato.

Quali agevolazioni offre?

Offre finanziamenti agevolati – durata 6 anni di cui 2 di preammortamento – a copertura del 100% delle spese ammissibili entro il minor valore tra 300.000 euro ed il 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

L’impresa può richiedere anche un contributo a fondo perduto entro e non oltre il 25% dell’importo totale del finanziamento. La soglia viene aumentata al 40% nel caso in cui il beneficiario ha almeno una sede operativa – da almeno 6 mesi – in una delle regioni del Mezzogiorno.

È, infine, possibile richiedere l’esenzione totale dalla prestazione delle garanzie.

Quali sono i progetti ammissibili?

La linea agevolativa ammette spese per la transizione digitale le quali dovranno rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili effettivamente finanziate. La quota restante è costituita da spese per la sostenibilità e l’internazionalizzazione.

I costi di seguito indicati devono essere sostenuti a partire dalla data di ricezione dell’esito della domanda ed entro 24 mesi dalla data di stipulazione.

Spese per la transizione digitale

  • integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • realizzazione/ammodernamento di modelli organizzativi e gestionali in ottica digitale;
  • investimenti in attrezzature tecnologiche, programmi informatici e contenuti digitali;
  • consulenze in ambito digitale;
  • disaster recovery e business continuity;
  • blockchain;
  • spese per investimenti e formazione legate all’industria 4.0.

Spese per la sostenibilità e l’internazionalizzazione

  • investimenti per la sostenibilità in Italia;
  • spese per internazionalizzazione;
  • spese per valutazioni/certificazioni ambientali connesse al finanziamento.

Come funziona la procedura di accesso?

È prevista una procedura valutativa a sportello: le imprese possono accedere ai finanziamenti fino al 31 maggio 2022, tramite la sezione apposita del sito SACE – SIMEST.

Per saperne di più sul Bando “Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale” di SACE SIMEST contatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *