Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Fondo Impresa Femminile

Chi siamo > Eventi e News > Bandi PNRR > Fondo Impresa Femminile
Bandi PNRR
Febbraio 11, 2022
4/5 - (6 votes)
4/5 - (6 votes)

Qual è la finalità?

Il “Fondo Impresa Femminile” è istituito al fine di promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile, la diffusione dei valori dell’imprenditorialità e del lavoro tra la popolazione femminile e di massimizzare il contributo quantitativo e qualitativo delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese.

L’Ente Gestore è individuato in Invitalia S.p.A.

A chi è rivolto il bando?

Il Fondo è volto a sostenere imprese femminili di qualsiasi dimensione, con sede legale e/o operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, già costituite o di nuova costituzione.

L’impresa femminile presenta le seguenti caratteristiche:

  • società cooperativa e la società di persone in cui il numero di donne socie rappresenti almeno il 60% dei componenti la compagine sociale;
  • società di capitale, le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne;
  • impresa individuale la cui titolare è una donna.

Possono presentare domanda, inoltre, le persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa femminile e lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da meno di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

Le imprese beneficiarie devono essere attive nei seguenti settori: produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli; fornitura di servizi, in qualsiasi settore; commercio e turismo.

Quali agevolazioni offre?

Il Fondo presenta due linee di azione:

  • incentivi per la nascita delle imprese femminili, costituite da meno di 12 mesi o di nuova costituzione – prevede incentivi sotto forma di contributi a fondo perduto con intensità compresa tra il 50% e l’80% delle spese ammissibili;
  • incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili – offre incentivi sotto forma di contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati entro e non oltre l’80 delle spese considerate ammissibili.

La dotazione è di 40 milioni, più ulteriori 400 milioni a valere su fondi PNRR.

Inoltre, proprio a fronte di questo stanziamento a favore dell’imprenditoria femminile, abbiamo approfondito la misura in un podcast dedicato!

Quali sono i progetti ammissibili?

Sono ammissibili i progetti realizzati entro ventiquattro mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

Devono prevedere spese ammissibili al netto di IVA non superiori a 250.000 euro per i programmi di investimento che prevedono la costituzione e l’avvio di una nuova impresa femminile, ovvero non superiori a 400.000 euro per i programmi di investimento volti allo sviluppo e al consolidamento di imprese femminili.

Entrambe le linee agevolative coprono i seguenti costi agevolabili purché sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione ovvero alla data di costituzione dell’impresa o apertura di partita IVA nel caso di persone fisiche:

  • immobilizzazioni materiali, con particolare riferimento a impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica, purché coerenti e funzionali all’attività d’impresa, a servizio esclusivo dell’iniziativa agevolata;
  • immobilizzazioni immateriali, necessarie all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata;
  • servizi in cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale;
  • personale dipendente, assunto a tempo indeterminato o determinato dopo la data di presentazione della domanda e impiegato funzionalmente nella realizzazione dell’iniziativa agevolata;
  • esigenze di capitale circolante.

Quali sono le modalità di accesso?

Per poter accedere al Fondo è prevista una procedura valutativa a sportello con termini e modalità di accesso ancora da determinare: le domande di agevolazione sono valutate secondo l’ordine di presentazione, entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda, fatti salvi i maggiori termini derivanti dall’eventuale comunicazione dei motivi ostativi ex art. 10-bis L. n. 241/1990.

Per saperne di più sul “Fondo Impresa Femminile” contatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

2 commenti

gabriella vezzola crippa dice:

mi servirebbero delucidazioni per richiesta finanziamenti

Maria Adamo dice:

Mi servirebbero informazioni per procedere alla richiesta di finanziamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.