Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Bando Attrazione investimenti in Emilia-Romagna

Chi siamo > Eventi e News > Bandi Regionali e Nazionali > Bando Attrazione investimenti in Emilia-Romagna
Bandi Regionali e Nazionali
14 Luglio, 2021

Qual è la finalità?

Il bando “Attrazione investimenti in Emilia-Romagna” intende favorire l’attrazione di investimenti sul territorio regionale. Tali investimenti devono caratterizzarsi per la capacità di incrementare l’occupazione di qualità e la dotazione tecnologica a disposizione delle filiere produttive emiliano–romagnole.

A chi è rivolto il bando “Attrazione investimenti in Emilia-Romagna?

Al bando accedono le imprese che esercitano attività diretta alla produzione di beni e servizi ai sensi dell’art. 2195 c.c. già presenti con almeno un’unità locale in Emilia-Romagna ovvero che intendono investire sul territorio regionale.

Nel caso in cui la domanda venga presentata da un’impresa non avente sede nel territorio nazionale, al momento della presentazione della domanda, essa deve dimostrare di avere, pena la non ammissibilità al bando, una personalità giuridica riconosciuta nello Stato di provenienza.

Rivalutazione beni d'impresa

Quali agevolazioni offre?

Il bando eroga sovvenzioni sotto forma di contributi a fondo perduto con intensità variabili a seconda della tipologia di investimento e delle proposte avanzate dal Nucleo di Valutazione.

La dotazione è di 20 milioni di euro: 5 milioni per l’anno 2022 e 15 milioni per il 2023.

Quali sono i progetti ammissibili dal bando “Attrazione investimenti in Emilia-Romagna”?

Sono agevolabili i costi sostenuti tra il 1° gennaio 2022 ed il 31 dicembre 2023 con riferimento ai seguenti investimenti ed in conformità alla normativa di riferimento:

  • Interventi finalizzati alla creazione di un’infrastruttura di ricerca;
  • Interventi di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale;
  • Nuovi interventi di Investimento produttivo delle PMI sul territorio regionale (compresi i servizi di consulenza) e delle grandi imprese solo nelle aree assistite;
  • Interventi di investimento nella tutela dell’ambiente per interventi finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • Interventi di formazione connessi, correlati e definiti in funzione dei fabbisogni di competenze in esito agli interventi sopra elencati e aiuti all’assunzione di lavoratori svantaggiati e all’occupazione dei lavoratori disabili.

Il programma di investimento – da realizzarsi in Emilia Romagna deve prevedere un incremento occupazionale pari ad almeno 20 nuovi addetti a tempo pieno ed indeterminato (di cui almeno il 30% laureati) misurato nei 12 mesi successivi alla conclusione del programma.

Quali sono le modalità di accesso?

È prevista una procedura valutativa a graduatoria, con domande da inoltrarsi mediante apposito sportello telematico regionale dal 15 luglio al 15 ottobre 2021.

La fase istruttoria della domanda si conclude in 90 giorni dalla data di chiusura del bando: entro detto termine il comitato di valutazione provvede ad esaminare e valutare le domande di contributo ed i relativi progetti.

Per saperne di più sul bando “Attrazione investimenti in Emilia Romagna” di Regione Emilia Romagna contatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *