Scegli il sito del tuo paese
Chiudi

Bando Piemonte per creazione nuovi posti di lavoro – “Attrazione Investimenti Linea B”

Chi siamo > Eventi e News > Bandi Regionali e Nazionali > Bando Piemonte per creazione nuovi posti di lavoro – “Attrazione Investimenti Linea B”
Bandi Regionali e Nazionali
27 Ottobre, 2020

A chi è rivolto il bando “Attrazione Investimenti Linea B”?

Il Bando “Attrazione Investimenti Linea B” della Regione Piemonte ha lo scopo di favorire l’attrazione e lo sviluppo di investimenti, idonei al consolidamento del tessuto imprenditoriale locale e a creare nuovi posti di lavoro diretti e indiretti.

Beneficiari

Al Bando “Attrazione Investimenti Linea B” accedono le micro, piccole, medie imprese che:

  • hanno ottenuto la concessione di un prestito agevolato sulla Misura a) “Sostegno finanziario all’attrazione e al radicamento di investimenti”;
  • realizzano un investimento applicabile a contesti produttivi appartenenti ai settori individuati dalla strategia S3 regionale, anche in modo non esclusivo;
  • mettono in evidenza la necessità di nuove assunzioni per un efficace avvio (start up) degli interventi (es. acquisto macchinari) finanziati con la Misura a).

attrazione investimenti linea b

Agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo fino al 100% delle spese ritenute ammissibili e con un limite massimo di € 20.000 per ogni nuovo occupato.

La somma dei contributi concedibili in una domanda non può superare:

  • l’importo complessivo degli aiuti concessi a un’impresa unica nel rispetto dei limiti previsti dal Regolamento (UE) N. 1407/2013 «de minimis».
  • il 50% dell’ammontare totale del finanziamento ricevuto a valere sulla Misura a) “Sostegno finanziario all’attrazione e al radicamento di investimenti”.

La dotazione finanziaria ammonta a euro 3.000.000.

Quali sono i progetti ammissibili del bando “Attrazione investimenti linea B”?

Sono ammissibili gli interventi che generano “nuova occupazione”, intesa come differenza tra le unità lavorative anno (ULA), rilevate dall’ultimo esercizio chiuso precedente la presentazione della domanda della Misura a), e le unità lavorative anno (ULA) rilevate entro il ventiquattresimo mese dalla data di concessione.

I costi ammissibili sono rappresentati dalle spese per il personale, calcolate a costi reali sulle ore ordinarie lavorate e rendicontate.

Come funziona la procedura?

È prevista una procedura valutativa a sportello fino ad esaurimento della dotazione. Il singolo richiedente trasmette telematicamente la domanda di finanziamento mediante accesso alla piattaforma bandi della Regione.

Entro 5 giorni lavorativi dall’invio telematico della domanda, il file di testo della stessa, messo a disposizione dal sistema, va trasmesso via PEC a Finpiemonte S.p.A, previa apposizione della firma digitale del legale rappresentante sul modulo di domanda.

Finpiemonte conduce in autonomia l’istruttoria di ricevibilità e ammissibilità; per l’istruttoria tecnico/finanziaria e di merito si avvale dell’esito espresso dal “Comitato Tecnico di Valutazione” previsto per la Misura a) che esprime un parere vincolante.

L’agevolazione concessa non è cumulabile, per i medesimi costi ritenuti ammissibili, con altri aiuti di stato. Può essere cumulata con qualsiasi altra agevolazione di natura fiscale, con detrazioni statali e con l’accesso al fondo centrale di garanzia (MCC).

Per saperne di più sul Bando  “Attrazione Investimenti Linea Bcontatta il team di Ayming: con la nostra expertise ventennale in materia di bandi, ti supporteremo nella verifica dei requisiti richiesti e nella presentazione della domanda

Mostra commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *